Exception-Could not resolve: datamarket.accesscontrol.windows.net (Domain name not found) 08/03/2016, 5:28 pm

Dimissioni online - novità dal 12/03/2016


Con il D.lgs. n. 151/2015 sono state ridefinite le modalità di cessazione del rapporto di lavoro per dimissioni volontarie e risoluzione consensuale, stabilendo che debbano essere comunicate dal lavoratore esclusivamente con modalità telematiche su apposita modulistica. Le nuove modalità operative, come confermato dalla circolare del Ministero del Lavoro del 4 marzo 2016, prevedono obbligatoriamente:

·         Che il lavoratore sia in possesso del pin Inps dispositivo e sia registrato sul sito web Cliclavoro (Ministero del lavoro), o in alternativa

·         Che richieda l’assistenza di un “soggetto abilitato”.

Modalità per lavoratore che provvede in autonomia a presentare dimissioni telematiche

Nell’ordine il lavoratore che intende presentare dimissioni al proprio datore di lavoro dovrà:

1.    Essere in possesso di PIN Inps dispositivo (se da richiedere sono necessari alcuni giorni di tempo)

2.    Registrarsi presso il sito web www.cliclavoro.gov.it

3.    Accedere al sito web de Ministero del lavoro www.lavoro.gov.it ed aprire nell’apposita sezione dedicata, il form online per la compilazione del modulo di dimissioni

4.    Compilare il modulo in ogni sua parte

5.    Inviare il tutto al sistema informativo SMV, che restituisce il codice della comunicazione.

Modalità per il lavoratore che si rivolge a un soggetto abilitato

Per presentare comunicazione telematica di dimissioni Il lavoratore può richiedere l’assistenza di uno dei seguenti soggetti abilitati:

·         Patronati

·         Organizzazioni sindacali

·         Enti bilaterali

·         Commissioni di certificazione

Il soggetto abilitato effettuerà l’accesso online con la propria utenza, e si assume la responsabilità dell’accertamento dell’identità del lavoratore interessato attraverso la firma digitale del file Pdf prodotto dal sistema. In questo caso non è richiesta al dipendente la registrazioni su alcun portale web.

Revoca delle dimissioni

Il dipendente può revocare, con le medesime modalità, le proprie dimissioni entro 7 giorni dalla trasmissione della comunicazione.

La nuova procedura non si applica esclusivamente a:

·         Dipendenti delle pubbliche amministrazioni;

·         Dipendenti che recedono durante il periodo di prova;

·         Rapporti di lavoro domestico;

·         Dipendenti soggetti a convalida dimissioni presso DTL (lavoratrici madri e padri entro 3 anni di età del bambino);

·         Dimissioni/risoluzioni consensuali in sede sindacale/commissioni provinciali di conciliazione e commissioni di certificazione.

Studio Gorini – Consulenti del Lavoro